La Power Pose ti mette il turbo

Lo sapevate che assumere una “posa da Superman” (Power Pose) può influenzare positivamente il vostro stato d’animo? Vediamo come.

Innanzitutto dobbiamo fare un passo indietro e parlare di fisiologia. Che cos’è?

La fisiologia è lo studio del funzionamento degli organismi viventi. In breve, diciamo che è la branca della biologia che studia le trasformazioni chimico-fisiche che avvengono nel corpo. Un esempio? Se la vista di un ragno mi atterrisce, si scatenano nel mio corpo reazioni chimico-fisiche uguali a quelle che si scatenerebbero in caso di esplosione nucleare, ladri che irrompono in casa, o sparatoria in aeroporto. Era solo un ragno! Ma il cervello comanda, il corpo esegue: paura-adrenalina-cortisolo (ormone dello stress). Lo stato d’animo influenza quindi la fisiologia del corpo. La stessa cosa succede in positivo: che sia una borsetta nuova o una Fiesta quando non ci vedo più dalla fame, la felicità di avere tra le mani ciò che bramo in quel momento scatenerà delle reazioni chimico-fisiche piacevoli che mi daranno benessere endorfinico e un’espressione beata.

Ma se è vero che la fisiologia viene influenzata dallo stato d’animo, è vero anche il contrario: lo stato d’animo, e quindi i nostri pensieri, sono a loro volta influenzati dalla fisiologia. E allora? Fate un piccolo esperimento e tanto per il gusto di provare, guardate un video divertente con un’espressione corrucciata. Poi guardatene un altro, ma sorridendo. E’ scientificamente dimostrato che sorridendo (anche se lo state facendo in maniera meccanica e forzata) troverete davvero tutto più divertente. Provate a fare i compiti di matematica col sorriso, o se lavorate, provate a fare registrazioni contabili con uno smile. Meglio ancora se siete dei commerciali: sorridete, anche al telefono, con i clienti: la qualità della telefonata migliorerà e i clienti se ne accorgeranno! Tornando alla Postura Potente (ma perchè in italiano suona così male?), secondo Tony Robbins, il famoso mental coach americano,  mettersi ogni giorno per un paio di minuti in posa Superman (postura eretta, gambe divaricate, sguardo da sfida, mento in su e mani sui fianchi) ci mette nella condizione mentale di sentirci forti e potenti e di affrontare una situazione difficile con una marcia in più.

Tony Robbins parla di questo studio di Amy Cuddy (Harvard University) sulla  Power Pose nel suo sito ufficiale e nei suoi libri e suggerisce altri usi della fisiologia a nostro vantaggio: ad esempio, dovete fare un colloquio di lavoro e volete apparire sicuri di voi stessi di fronte al vostro interlocutore (anche se in realtà sudate freddo e temete le solite tragiche domande alla tre-pregi-tre-difetti)? Benissimo, usate la fisiologia per essere, e di conseguenza apparire, a vostro agio:

Postura. Niente accasciamenti sulla sedia! Sarete anche emozionati, ma non dovete sembrare svenuti. State dritti, il più possibile. Ricordate Superman (o Supergirl a seconda delle esigenze).

Vietato tamburellare con le mani. Non siete dei batteristi e farete solo infastidire chi vi sta di fronte (io personalmente odio il tamburellio).

Contatto visivo con l’interlocutore. Assolutamente sì. Ma non fissatelo tutto il tempo senza mai distogliere lo sguardo! Non è un interrogatorio e peraltro gli interrogati sareste voi. Di tanto in tanto i vostri occhi sono liberi di vagare. Robbins ha addirittura impostato la proporzione dei tempi: 80% sguardo all’interlocutore; 20% occhi in libera uscita. Non ci ho provato ma mi sembra una proporzione ragionevole.

Stretta di mano. Siamo alle  solite: lo leggo da  quando avevo 12 anni, sarà scontato ma vale la pena ricordarlo. La stretta di mano è importante. Nè troppo forte (denota invadenza) nè troppo blanda (la mano “morta” comunica disinteresse e anche un po’ di mosceria). Allenatevi con gli amici!

In conclusione, abbiamo capito che gli accadimenti esterni (il ragno ad esempio) possono provocare reazioni (anche sproporzionate) e avere conseguenze sulla nostra fisiologia. Ma ora sappiamo che possiamo fare anche il percorso inverso, ovvero prima di affrontare una situazione difficile, assumere la Power Pose e sentirci un po’ Superman anche noi: pensare di saper risolvere un problema è già un buon punto di partenza per risolverlo davvero.

Photo credit: Bago Games on VisualHunt.com / CC BY

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...