L’immagine è tutto. Ma sarà vero?

agassi gioca a tennis

 

L’immagine è tutto, fecero dire al tennista Andre Agassi in un famoso spot della Canon del 1989. Ma è veramente così?

Nel bellissimo libro Open, in cui Agassi si racconta dagli esordi alla vita post-tennis, il ragazzo di Las Vegas dice che quello spot gli costò lacrime amare. La sua immagine, fin dagli esordi, era sempre stata eccentrica e i detrattori (diciamo gli haters ante litteram?) lo criticavano aspramente per i capelli lunghi (che, poi si scoprì, erano un parrucchino) e il look punk-rock sfoggiato sui campi da tennis. Agassi era solo alla ricerca di sé stesso, era stato un enfant prodige, non sapeva chi fosse, e questi look particolari erano “il maldestro tentativo”, come lui stesso li chiama nella sua autobiografia,  di capire quale fosse la direzione giusta. Dopo lo spot della macchina fotografica Canon Rebel, che puntava appunto sulla sua fama da ribelle-giovane-e-bello, gli haters colsero l’occasione per attaccarlo ancora più duramente: ecco vedete? Lo dice lui stesso che conta solo l’immagine, che dietro non c’è nulla. L’immagine è tutto? Nel suo caso no: lui era prima di tutto un grande tennista.  In secondo luogo, aveva un’immagine particolare: lo amavi, o lo odiavi.

E cosa c’entra tutto questo con il blogging? Bè, non scriverete mica un post senza corredarlo di una bella immagine… vero?

L’immagine è la vetrina di quello che c’è dietro, cioè la vostra idea, scritta da voi con lacrime e sangue (pensate ad Agassi: non vinceva le partite perché era biondo e belloccio. Lui si allenava e beveva l’acqua di Gil. Però l’immagine ha contribuito a portargli molti fan, molti sponsor, molto amore (di Brooke Shields prima e di Steffi Graff poi). Quindi anche se avete faticato a scrivere il vostro bel post, perché siete partiti con un’idea e poi siete andati a parare altrove, e avete dovuto cambiare tutto di nuovo perché avevate perso di coerenza, o perché dopo aver fatto 10 revisioni è cominciata la caccia ai refusi… bè non cedete all’ansia da pubblicazione. Aspettate un attimo. Respirate. Cercate una bella immagine, coerente con il contenuto e attraente nell’aspetto. Ricordate: content is king. Sempre. But beauty helps. La bellezza (dell’immagine) aiuta. E come si trovano delle belle immagini?

Non andate alla cieca su Google cercando “ragazza che lavora al computer” se volete una foto che accompagni il post “stress da ufficio: 10 consigli per uscirne” (dallo stress o dall’ufficio, decidete voi). Andate su siti da cui potete avere accesso a foto di buona qualità, scattate da fotografi o aspiranti tali:

Visual Hunt. Come funziona? Semplice, fate la vostra ricerca e scegliete la foto a vostro avviso migliore. Su molti items c’è la possibilità di scegliere la risoluzione più adatta a voi (controllate prima il formato in pixel richiesto per il vostro blog). C’è anche la funzione embed per fare un ritaglio, quindi niente panico se il formato non è precisamente quello che vi occorre. Download e utilizzo sono gratuiti e l’autore della foto (di cui troverete i riferimenti) potrebbe chiedervi di scrivere il Photo Credit sotto la foto o in fondo al post per fargli pubblicità. Mi sembra giusto. Su Visual Hunt troverete un po’ di tutto, anche foto così così, ma ci sono tante immagini valide con alta risoluzione. Da provare.

Librestock. Anche questo è gratis e il funzionamento è più o meno lo stesso di Visual Hunt. Non c’è la possibilità di scegliere la risoluzione preferita: la foto si scarica così com’è. Una volta scaricata la foto vi sarà richiesto di ringraziare l’autore con almeno una delle seguenti modalità:

seguirlo su Instagram – e ci sta.

donazione – fate voi a vostro buon cuore, ma se avete appena iniziato il vostro blog amatoriale un po’ di tirchieria è concessa. Magari quando avrete tanto seguito vi sdebiterete con gli interessi. Chi può dare dia, chi non può dare, prenda.

linkare la foto con il Photo Credit – assolutamente da fare.

Alcuni autori invece non chiedono nulla, comunque potreste mettere il Photo Credit al sito, a mio avviso conferisce sempre professionalità dichiarare dove si è reperita un’immagine o una fonte.

Canva. Non dimentichiamoci di Canva, che è un’app di progettazione grafica molto semplice e divertente da usare ma che ha anche una banca immagini gratis niente male. Per iniziare, si crea un account gratuito oppure si accede con Google. Certo, le immagini veramente belle sono a pagamento (e ti pareva!), ma per un utilizzo singolo costano una cifra irrisoria (1 dollaro USA) rispetto ad esempio ad altre banche immagini (Shutterstock piuttosto che Getty Images). Nell’utilizzo singolo è compresa la possibilità di riscaricare l’immagine scelta e rilavorarla tutte le volte che volete per 24 ore. Poi, come Cenerentola, la vostra meravigliosa immagine tornerà avvolta dal reticolo (watermark) di Canva. Game over. Prima che il gioco sia finito, potrete sbizzarrirvi a ruotarla, rovesciarla, arricchirla di scritte, elementi e frames. Inoltre su Canva potete caricare anche le vostre immagini, quindi se volete improvvisarvi fotografi perché nell’armadio avete ritrovato la Canon di Agassi, o volete usare semplicemente lo smartphone, accomodatevi pure. La ragazza-che-lavora-al-computer potrebbe essere interpretata da vostra sorella, perché no?

Ricapitolando: per fare un buon post, numero 1 scrivete bene, numero 2 scegliete una bella immagine, coerente con il contenuto e attraente per chi vi segue. Oggi esistono molti siti su cui trovare immagini ben scattate, ad alta risoluzione e assolutamente gratuite. Se volete investire qualche euro in valuta forte perché vi siete innamorati dell’immagine perfetta, fatelo. Al cuore non si comanda. Happy blogging!

Photo Credit: AP Photo – http://baseline.tennis.com/article/59618/week-tennis-history-agassis-infamous-canon-ad

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...